News

Osborne Clarke nel concordato preventivo di Centauria


Written on 9 July 2021

Osborne Clarke, con un team composto dal partner Filippo Canepa e dal senior associate Barbara Schiavo ha assistito Centauria, casa editrice specializzata in prodotti per la cultura e per il divertimento, nella procedura di concordato preventivo avviata presso il Tribunale di Milano e omologata con decreto del 25 giugno 2021.

Centauria –costituita nel 2013 allo scopo di acquisire il ramo d’azienda “Fabbri Collezionabili” ed entrata quindi nella storia imprenditoriale della Fratelli Fabbri Editori – offre una vasta gamma di opere, combinazione di editoria (libri, riviste e supporti multimediali) e prodotti di largo consumo (collezionabili), che spaziano tra formazione, cultura e intrattenimento.

Nel corso degli ultimi anni, per diverse ragioni tra le quali il trend negativo del settore di riferimento, le marginalità delle collezioni commercializzate da Centauria si sono ridotte progressivamente. Cercando lo strumento più efficiente per gestire la crisi, l’azienda ha quindi richiesto e ottenuto l’omologazione del concordato preventivo avviato presso il medesimo Tribunale di Milano.

Il piano concordatario predisposto dalla società è fondato, prevalentemente, sulla prosecuzione diretta dell’attività d’impresa, ai sensi dell’art. 186-bis L.F. Attraverso un’attenta analisi sull’andamento del business e sulle prospettive di mercato, la focalizzazione sui generi di maggiore marginalità, l’efficientamento della politica distributiva e una radicale revisione dei costi Centauria ha confermato la propria capacità reddituale.

In questa azione di ristrutturazione la società si è avvalsa dell’advisor finanziario Fingiaco S.p.A., con un team guidato dal partner Leopoldo Varasi e con il supporto di Marta De Matteis, nonché della società di revisione Epyon Audit S.r.l., con i soci Pietro De Ceglie e Cristian Novello e con il supporto di Matteo Baruffa. La veridicità e la fattibilità del piano di concordato preventivo sono state attestate dal Dott. Salvatore Buscemi, ai sensi dell’art. 161, comma 3, L.F.

L’operazione di ristrutturazione consentirà a Centauria non solo di ripianare la propria esposizione debitoria ma anche di procedere, preservando gli attuali livelli occupazionali, a un mirato rilancio delle proprie attività aziendali.

Connect with one of our experts


Filippo Canepa

Partner, Head of Busto Arsizio office, Italia

T +39 0331 395 521

Email Filippo

Full Biog