Key Issues


Produzione additiva e stampa 3D

Produzione additiva e stampa 3D - image

La produzione additiva è venuta alla ribalta nell’ambito della digitalizzazione della produzione. Questa gamma di tecnologie, una volta in gran parte limitate alla produzione di prototipi di plastica, viene implementata per la produzione completamente scalabile in processi di produzione commerciale digitalizzati.

E per una buona ragione. La produzione additiva può avere un impatto diretto sui costi. Forme molto più complesse possono essere realizzate in un unico pezzo, riducendo o rimuovendo tempi e costi del sotto-assemblaggio ed eliminando le debolezze strutturali attorno alle articolazioni.

Anche i rifiuti di produzione sono notevolmente ridotti perché non ci sono scarti.

La produzione può essere rapidamente spostata da un prodotto all’altro modificando il file digitale di progettazione. La personalizzazione e produzioni molto ridotte sono possibili grazie a economie di scala minime e all’assenza di costi di riorganizzazione fisica. Le supply chain possono essere radicalmente semplificate con unità di produzione additive in loco o in negozio. Le riparazioni possono essere personalizzate e precise.

Trasformare produzione e consegna

Le nuove tecniche di progettazione generativa fanno sì che il peso possa essere rimosso senza modificare i parametri strutturali o ingegneristici. Questa si sta rivelando una vera trasformazione per l’aviazione e la progettazione di veicoli, dove il peso determina il fabbisogno energetico, in particolare quando si passa dalla combustione ai motori elettrici.
In ambito life sciences e health care, la scansione digitale e una produzione rapida e personalizzata riducono i tempi di attesa per le ortesi dei bambini e consentono di realizzare impianti personalizzati per le riparazioni ossee e i lavori dentali. I materiali biocompatibili possono essere stampati su pelle o organi sostitutivi o per riparare altri danni fisici. Nel settore delle costruzioni, il calcestruzzo può essere usato per “stampare” case a basso costo e ad alta velocità. Nel settore alimentare, la stampa 3D può dare consistenza alle proteine sintetiche, migliorando l’appetibilità.

La produzione additiva potrebbe persino diventare un nuovo canale sul mercato, dal momento che i clienti possono acquistare il file digitale e la materia prima e possono stampare direttamente i prodotti acquistati.

E i potenziali rischi?

Non sorprende che l’implementazione di tale tecnologia dinamica e rivoluzionaria sollevi una miriade di considerazioni legali. È necessaria una profonda comprensione della tecnologia e delle interrelazioni di essa con le varie questioni legali.

In termini di proprietà intellettuale, ad esempio, come viene percepito l’impatto della produzione additiva? La riproduzione di un marchio, di un disegno registrato o di un prodotto brevettato senza autorizzazione è chiaramente illegale, qualunque sia la tecnica di fabbricazione utilizzata. Lo stesso vale per i pezzi di ricambio, anche se i titolari dei brevetti sono meno preoccupati di ciò. Ora, tuttavia, la stampa 3D rende molto più semplice la produzione di pezzi di ricambio e quindi c’è un rischio maggiore per i flussi di entrate. Esiste anche il potenziale “mercato nero” per i file di progettazione, che possono essere facilmente ottenuti, in cui le protezioni della proprietà intellettuale vengono spesso ignorate. Aiutiamo i clienti a gestire questi e molti altri potenziali rischi, offrendo conoscenze strategiche e competenze in materia di gestione, commercializzazione e applicazione dei diritti di proprietà intellettuale in queste innovazioni.

Laddove il prodotto finale sia personalizzato, in particolare nel contesto medico o sanitario, è necessario integrare la privacy by design per i dati personali e / o sensibili che vengono raccolti e trattati come parte dello sviluppo del file di progettazione digitale.

I clienti trovano anche il nostro supporto inestimabile nella comprensione dei problemi di sicurezza e responsabilità per i prodotti fabbricati utilizzando tecniche di produzione additiva. Sempre più spesso, siamo chiamati a ideare sistemi per garantire che i beni prodotti utilizzando la produzione additiva soddisfino i requisiti di sicurezza e conformità e che i contratti tradizionali siano ristrutturati per riflettere questo nuovo approccio. Un altro requisito emergente è la consulenza sull’interazione tra la stampa 3D e il quadro dettagliato dei diritti dei consumatori in relazione alla vendita di beni fisici e / o di contenuti digitali.

Allo stesso modo, con problemi come l’applicazione di regolamenti edilizi nella costruzione, o di regolamentazione per i dispositivi medici o produzione di cibo, i clienti hanno bisogno del supporto dei nostri team regulatory, che comprendono e monitorano gli sviluppi normativi quando sorgono nuove tecniche di produzione e consegna.