Key Issues


Competenze digitali e training sugli obblighi normativi

Competenze digitali e training sugli obblighi normativi - image

La digital transformation sta guidando il cambiamento. Ma dietro a questo cambiamento, sta crescendo un divario di competenze. Quindi, come fa un’azienda a colmare questo divario, raggiungendo i suoi obiettivi commerciali ma anche adempiendo ai suoi obblighi di legge?

Lavorare nel mondo digitale richiede competenze sviluppate per il mondo digitale. Come mostrano ricerche recenti, tuttavia, la produttività della forza lavoro del Regno Unito è in calo. E la mancanza delle giuste competenze digitali è una delle ragioni di questo declino.

I periodi di apprendistato stanno crescendo di numero e sono un ottimo modo per catturare presto i giovani talenti, anche se rimarranno una piccola percentuale della forza lavoro.

Ma la velocità del cambiamento guidato dalla tecnologia fa sì che non ci si possa permettere il lusso di aspettare che la prossima generazione riempia il vuoto di competenze. Per riempirlo con successo, i datori di lavoro devono concentrarsi sull’aiutare tutta la attuale forza lavoro a familiarizzare con le nuove tecnologie e adattarsi ai cambiamenti. L’“apprendimento costante” deve diventare un percorso di sviluppo all’interno di ogni azienda.

I datori di lavoro dovranno alzare significativamente la posta in gioco per attrarre e trattenere i migliori talenti. Puntare oltre il “consueto” gruppo di reclute è una necessità assoluta per poter garantire un gruppo diversificato e resiliente di manager e personale che sia in grado di guidare l’organizzazione attraverso il cambiamento e gli stravolgimenti. Le migliori reclute saranno persone che sono curiose, socievoli, adattabili e resilienti. Ma sarà compito delle imprese addestrarli a utilizzare e sviluppare le nuove tecnologie rilevanti.

È fondamentale, in particolare, che i datori di lavoro riconoscano la necessità di impegnarsi anche con i lavoratori più anziani. Tutti noi dovremo lavorare più a lungo ma tutti i lavoratori sono protetti da leggi contro la discriminazione derivante dall’età. Ciò è particolarmente rilevante per i lavoratori più anziani in un’epoca di cambiamenti in rapido sviluppo, guidati dall’IA e da altre tecnologie trasformative. È importante che le aziende si impegnino tanto con questo gruppo demografico quanto con qualsiasi altro gruppo all’interno della forza lavoro.

Cosa cercare in un partner legale

Nell’adottare questi nuovi o diversi approcci, il supporto legale specializzato è un must. Le questioni sono varie e complesse e richiedono una comprensione approfondita del settore e competenze specifiche. Quando si sceglie il giusto partner legale, è necessario essere certi che questo possa soddisfare i requisiti chiave.

Possiamo aiutarvi a progettare opportunità di apprendimento per tutti per accrescere la progressione della carriera in una forza lavoro diversificata, per evitare la discriminazione e possiamo aiutarvi a valutare la delicata questione della discriminazione positiva, che, in alcune situazioni, può risultare appropriata. Possiamo aiutarvi, inoltre, a prestare particolare attenzione alla formazione di coloro che hanno interrotto la carriera, che sono in congedo parentale e soggetti a lavoro flessibile, nonché dei lavoratori più anziani.

Salute e benessere sono ulteriori considerazioni. Devi essere in grado di attingere all’assistenza legale che valuta in che modo entrambi sono interessati dalle opportunità offerte. Affrontare lo stress sul lavoro è una di queste tematiche, in quanto rimane un problema significativo ed è legato ai reclami per discriminazione per disabilità con il rischio di dover pagare un risarcimento senza massimale. Il tuo partner legale deve avere una vasta esperienza che gli permetta di individuare dove esistono potenziali responsabilità e rischi e di implementare una strategia e un framework per mitigarli.

La discriminazione per disabilità non è, tuttavia, limitata a ciò che accade all’interno del luogo di lavoro, ma si estende anche a coloro che hanno responsabilità assistenziali. Questo riguarderà non solo quelli con un parente disabile, ma anche coloro che si prendono cura degli anziani. Tra i nostri clienti ci sono datori di lavoro che devono garantire di offrire pari opportunità di apprendimento anche per gli assistenti, anche se potrebbero non essere così facilmente identificabili all’interno del business.

Questo porta direttamente ai lavoratori mobili. Siamo a conoscenza da tempo della necessità di fornire accesso per la formazione a chi lavora lontano dai locali principali di un’azienda. Questo solleva di nuovo questioni legali, che aiutiamo i nostri clienti a risolvere quotidianamente.

La scelta del partner legale deve essere in grado di aiutarvi a soddisfare tutte queste richieste e offrire consigli strategici mentre implementate i vostri piani di formazione sulle competenze digitali. È in risposta a questi requisiti che abbiamo avvocati che si occupano di diritto del lavoro, di salute e sicurezza dei lavoratori così come di materie contingenti e che hanno esperienza nel guidare i clienti attraverso le insidie legali legate alla diversità, alla discriminazione, alla salute e al benessere dei dipendenti e dei lavoratori in genere.

Riteniamo che il nostro approccio inclusivo e incentrato sui problemi sia il modo più efficace per aiutare i clienti a presentare politiche di formazione e istruzione digitale che siano del tutto appropriate per il mondo in rapida evoluzione di oggi. Riteniamo che sia anche l’unico modo per coinvolgere l’intera forza lavoro, ottimizzando il successo, massimizzando la produttività e costruendo il tuo marchio come scelta preferita per i candidati.